Radiologia

Le indagini in RADIOLOGIA ODONTOIATRICA possono essere classificate in Esami Intraorali ed Esami Extraorali.

radiologia dr enrico cataneoGli ESAMI INTRAORALI sono caratterizzati dal fatto che le pellicole, di medie e piccole dimensioni, nel momento in cui vengono impressionate dal fascio RX, si trovano all’interno del cavo orale.

Utilizzando il cosidetto "centratore di Rinn" si posiziona la pellicola esattamente dietro il dente o i denti interessati, ma sempre perpendicolarmente all’emissione radiogena, impedendo così il formarsi di distorsioni nell’immagine.

RX EndoraliQuesta metodica è la più usata nella pratica quotidiana e l’unica utilizzabile nell’esecuzione dello Studio Parodontale o dello Status (in pratica circa 21 pellicole che acquisite ricostruiscono le arcate dentarie) e fornisce immagini di elementi dentali nella loro interezza dalla sommità delle cuspidi agli apici radicolari con tutto il periapice e le più vicine strutture anatomiche.

Per valutare solo eventuali lesioni cariose un altro tipo di utilizzo del centratore è quello che vede interessate unicamente le strutture coronali degli elementi contemporaneamente dell’arcata superiore ed inferiore giustapposti in occlusione, senza dare informazioni relative al terzo medio delle radici e agli apici radicolari (bite-wing).

radiologia dr enrico cataneo radiologia dr enrico cataneo
Vistascan Rx Endorali

Nello studio viene di routine utilizzato il Sistema Vistascan capace, impressionando un sensore ai fosfori, di fornire in tempo reale e con una incredibile precisione dei dettagli, una immagine sul monitor del computer presente in ogni saletta operatoria archiviandola poi nella cartella clinica del paziente custodita nel database del server principale.

Oltre agli indubbi vantaggi dati dall’immediatezza e dalla possibilità di elaborare l’esame tramite il programma di gestione (si pensi ad esempio al confronto dei dati catturati prima e dopo la cura e nei controlli a distanza di tempo) non di poco rilievo è la riduzione di circa dieci volte della dose RX somministrata al paziente.

Gli ESAMI EXTRAORALI utilizzati nel nostro studio sono fondamentalmente due:

  • OPT (Ortopantomografia) ovvero una tecnica capace di portare costantemente il fascio RX perpendicolare all’asse lungo dei denti (orto), impressionando su un’unica pellicola l’intera dentatura e dell’arcata superiore e dell’arcata inferiore (pan) tagliata su un univoco piano passante contemporaneamente per tutti gli elementi (tomo). E’ questa la conosciutissima "panoramica" che come suggerisce il termine offre una visione di insieme delle arcate dentarie e spesso va coadiuvata da indagini endorali.
  • TELERADIOGRAFIA IN PROIEZIONE LATERO LATERALE, un esame preliminare al trattamento ortodontico, ci permette di evidenziare da subito eventuali problemi di profilo, le disarmonie dento-scheletriche sul piano sagittale e di valutare i rapporti tra la mascella e la mandibola. Inoltre, effettuando l’esame cefalometrico (tracciato), si possono conoscere: i rapporti tra le ossa del cranio e delle faccia e di queste tra loro; i rapporti dei denti con le rispettive basi ossee; la previsione della direzione e della entità di crescita; il tipo scheletrico di mal occlusione sia in senso sagittale che verticale.