Del dentista mi fido

Pubblicato il 01 Agosto 2012 nella categoria Notizie

ll rapporto paziente dentista è tra quelli, in ambito medico, più forti.

Del dentista mi fido

Il modello di assistenza odontoiatrica in Italia, fondato sul dentista libero professionista, consente di creare quel rapporto medico-paziente perso in molti altri campi della medicina. Un rapporto paragonabile solo a quello instaurato, soprattutto nel passato, con il proprio medico di famiglia. Una recente indagine condotta da Altroconsumo indica che il 98% degli italiani ha un proprio dentista di fiducia e che non lo cambierebbe.

Dentista scelto, per il 72% dei casi, perché consigliato da parenti, amici o perché era già il dentista di famiglia. Motivazioni più deboli nella scelta del dentista a cui affidarsi sono invece la vicinanza alla propria abitazione dello studio ed il costo delle prestazioni. Sempre la ricerca di Altroconsumo indica come la soddisfazione circa il sevizio ottenuto dal proprio dentista sia molto alta: il 90% delle persone dichiara di tornare dal proprio dentista poiché è molto soddisfatto del lavoro svolto e circa un 60% si sente molto tranquillo nel raccomandarlo ad altri. Fiducia nei dentisti italiani che nasce dalla loro professionalità dalla alta qualità delle prestazioni.

Qualità tra le più alte al mondo dove l’odontoiatria italiana è apprezzata e spesso presa a modello. La controprova è il buono stato di salute orale degli italiani. Questo è reso possibile proprio grazie al modello assistenziale basato sul dentista privato. “La fiducia nel proprio dentista -sostiene il presidente nazionale ANDI Roberto Callionisi basa soprattutto sulla qualità delle prestazioni. Qualità resa possibile grazie all’aggiornamento che i dentisti svolgono durante tutta la loro vita professionale ma soprattutto dalla possibilità di scegliere il tipo di terapia, il materiale, la soluzione protesica ideale per il paziente.

Libertà di scelta terapeutica non sempre possibile se si deve sottostare alle regole imposte da mutue, assicurazioni, direttori sanitari, eccetera”. “Il consiglio che posso dare -continua il dott. Callioni- è quello di scegliere un dentista che opera nel proprio studio, spiegando con chiarezza la terapia che vi necessita, rispettando le norme igieniche e di sicurezza e che non offra prestazioni a costi troppo contenuti. Il prezzo basso spesso è sintomo di materiali scadenti e scarse capacità professionali”. Se poi il vostro dentista è iscritto all’ANDI avrete una ulteriore garanzia della sua volontà nell’operare al meglio.

Il dentista ANDI infatti ha la possibilità di partecipare a percorsi di aggiornamento, è sensibilizzato e guidato al rispetto delle norme, in particolare quelle igienicosanitarie-, può partecipare a progetti scientifici e sociali che hanno a che fare con la nostra salute, come per esempio il Mese della Prevenzione Dentale e l’Oral Cancer Day.

Condividi

Iniziative

  • Questo studio offre alla clientela: La possibilità di rateizzazioni e finanziamento a tasso agevolato (COMPASS). La rateizzazione dei pagamenti è possibile accedendo a soluzioni personalizzate di finanziamento. Sono disponibili opportunità a tasso agevolato. La pratica viene avviata in studio in tempo reale.

    Maggiori informazioni:

    logo andi obiettivo sorrisologo compass

  • Il tumore del cavo orale è tra le forme tumorali più diffuse al mondo, altamente invasivo e invalidante. Ma si può prevenire: bastano comportamenti salutari e visite periodiche per controllare la bocca e imparare a difendersi.

    Maggiori informazioni:

    logo oral cancer day